GENESI

L’ ironia della vita è quella condizione che accompagna l’esistenza dell’uomo dall’alba dei tempi, qualcuno dice che sia iniziata con Adamo che, non appena si è accorto che Eva era nuda e lui era l’unico uomo disponibile, venne cacciato dal paradiso; un’altra teoria molto quotata riporta che tutto sia iniziato quando i primi ominidi dall’Africa iniziarono a spostarsi verso l’Asia e l ‘Europa, diffondendo in tutto il mondo l’ordine homo, ma creando il problema dell’immigrazione. L’ironia della vita si incontra in tutta la storia dell’uomo: dall’antico Egitto, in cui i più fedeli servitori del faraone avevano l’onore di essere seppelliti vivi assieme alla sua salma, all’impero azteco, una cultura millenaria che viveva tranquilla nel proprio mondo sino a che quattro stronzi di bianchi non li sterminarono per cercare una città d’oro che manco esisteva.

Potrei parlare ancora di van Gogh, morto solo e pazzo prima di essere considerato il più geniale pittore del suo secolo, o dei monaci tibetani, eredi dello shaolin, la madre di tutte le arti marziali, che per la pace interiore subiscono però l’invasione cinese ( free tibet!) , oppure di Romeo che vede Giulietta finta morta e si uccide esattamente l’istante prima che l’altra si svegli, lo veda morto e si pugnali a sua volta( anche se qui l’ironico é Shakespeare), ma non basterebbe l’enciclopedia per raccontare la sfiga dell’uomo; quello che intendo dire è che per quanto ci impegniamo, per quanto ci sforziamo ( e a volte anche nel water, quando ci accorgiamo che non c’è carta igienica), una forza invincibile ( e non parlo di quella di star wars), ostile e contraria ci farà sbagliare sempre l’interruttore tra i due, che accende la luce delle scale, ci farà trovare il cellulare senza batteria ogni cerchiamo di raggiungere una festa in un luogo mai visto prima, ci farà essere interrogati l’unica volta che non traduciamo la versione, ci farà prendere una multa l’unica volta che parcheggiamo 10 minuti in divieto di sosta; e noi potremmo incazzarci e roderci il fegato, e odiare il genere umano il lunedì mattina… senza però ottenere nulla se non il rischio di ulcera perforante..ma io credo che non sia questa la nostra strada, non credo che sarà questo che farà la differenza, perchè tanto non possiamo cambiare le cose; ma soprattutto quello che voglio dire è che alla fine l’importante è trovare la forza di ridere con noi, per non lasciare che l’ironia della vita rida di noi.

Annunci

3 pensieri su “GENESI

    1. XD, alla fine quella che conta è vivere felici, io per esempio amo definirmi così cretino da essere felice di esserlo hahahaha! forse dovrei ogni tanto sottolineare che è meglio non prendermi mai sul serio… cmq spero di riuscire far fare qualche risata a qualcuno di tanto in tanto..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...