IL DISCORSO DEL KIDPUNK:

Lei lo fronteggiava col sua sguardo attento, così concentrato che avrebbe messo a disagio una spirale, chiese col suo tono melenso: “perchè lo fai ragazzo? Non capisci che così turbi i tuoi genitori? Cosa penseranno di te i tuoi amici? Perchè non ne parli con noi, queste sono cose che capitano a molti dei nostri spettatori, tanto interessati a questi temi di attualità? Kidpunk colse il tranello, lei voleva portarlo nel suo campo, e batterlo al suo gioco, non doveva essere tanto idiota da cascarci.. “ o forse no…? forse invece dovrei, l’ignoranza scorre potente in me, potrei addirittura sconfiggere il lato oscuro dell’ignoranza, se combattiamo nel mio campo la posso battere con l’esperienza… e sia!” aveva deciso, avrebbe colto il guanto e contrattaccato, quindi rispose a tono:

-chi sei tu per giudicarmi, neanche mi conosci?”

lei rispose:

  • -non ti sto giudicando, dico che vorrei conoscere le tue motivazioni per farlo, magari qualche osservazione potrebbe farti vedere le cose da un altro punto di vista? Tu sei KidPUnk vero?
  • e tu come fai a saperlo?
  • Sono due anni che continui a mandarmi mail minatorie ogni giorno tutti i giorni! Ho solo letto il tuo indirizzo di posta elettronica..
  • bene, allora sia! Risponderò alla tua domanda. Disse freddo e distaccato ( oddio, chi parla? Io o il Protagonista O.O???) .

Ora toccava a lui, doveva darle una risposta cui lei non avrebbe potuto far fronte, doveva umiliarla come mai nella sua vita, doveva distruggerla.. per farlo avrebbe lasciato la vera ignoranza pervadergli le vene, contaminargli ogni neurone, o il THC o l’idiozia… dettagli per il Ragazzo, solo dettagli… , rispose con l’orgoglio di Morpheus di fronte a Zion, freddo e sicuro della vittoria, il suo sguardo si volse alle telecamere perchè il suo messaggio giungesse alla coscienza di chiunque guardasse, avrebbe dovuto mostrare loro la luce della verità, avrebbe dovuto abbattere il sistema dall’interno:

 

  • mi chiedi perchè lo faccio? Non risponderò a te dorifora del male, ne ai tuo squallidi seguaci, che disseminano zizzania ed inettitudine come fossero oro ed argento, voi fautori di verità sotto mentite spoglie, voi che fate della banale ipocrisia un’arte linguistica che avvelena il pensiero indipendente, voi che parlate di moda e decoro commentando filmati di gattini con pornostar fattesi suore ( cit, di Medrano \m/ ), voi che difendete a spada tratta la mediocrità, servendovi di parole ricercate di cui non conoscete né la coniugazione né il significato, depauperandone il concetto. Voi che sottolineate la volgarità con parafrasi della scurrilità della vita vera! No, a voi spettano solo il mio disprezzo e la mia indifferenza.. è invece alle vostre vittime che volgo il mio interesse, loro che sono punto focale di queste mie azioni: per troppo tempo avete lasciato che questi impostori vestiti da profeti della realtà, sprecassero la vostra vita ed il vostro talento, vi hanno sedotto con la loro superficialità, vi siete lasciati abbindolare da sofismi privi di valore, abbagliati da grandi parole libere di contesto ed applicazione, rendendole banali e vuote come le loro frasi preconfezionate, ma senza emozioni ed argomenti! E sebbene non sia stata colpa vostra, ora dovete rimediare in prima persona alle malefatte di questi lombrichi del mondo strisciante, perchè se prima plaudevate agli sproloqui di questi cialtroni della comunicazione, sprecando così tutte le vostre potenzialità, ora potrete invece dare pieno adito a quanto è insito nelle vostre persone! Io vi sto offrendo di tornare a percorre e dirigere la vostra vita, senza fermarvi ad assistere alla finzione di questo piano malefico, volto solo al populismo della celebrità nel mondo virtuale della televisione! Credete forse che negli anni sessanta, settanta, ottanta e parte dei novanta, i vari frichettoni, metallozzi, rockettari, punk, hippy, mod e quanti altri potrei citare oltre abbiano sacrificato i loro neuroni ad alcool e droghe per questo? Pensate forse che le loro vite buttate nel cesso del ludibrio fosse volto a creare la vostra generazione di debosciati? No! Lo hanno fatto perchè voi poteste essere giovani! Perchè voi usciste dalle vostre stanze a gettare alle ortiche la vostra gioventù! Perchè siete lì, adesso, a guardare questa mia azione scellerata e futile? Potreste essere voi a farlo, perchè voi squinzie non siete a fare le stronze coi marpioni della vostra età? Perchè voialtri non siete a sfondarvi di birra con gli amici, anziché studiare? Perchè voi vecchi siete qui a guardare quest’immondizia televisiva invece che andare ad importunare i teen-agers al parco? O a commentare agli addetti del comune quanto male stiano facendo i vari lavori stradali? Perchè non gettate veramente la vostra vita? Ritenete forse che costoro che partecipano a questi talkshow, organizzati a tavolino parlino veramente di vita? Se davvero la pensate così, ormai è troppo tardi e io non posso esservi davvero di aiuto… ma se al contrario, come me, ritenete che essere giovani e gagliardi capiti una sola volta, che il tempo per le grandi cazzate sia breve ed assai rapido, allora combatterete con me! spegnerete la televisione, manderete a cagare i vostri genitori e chiamerete i vostri compari di sventura, per compiere gesta memorabili, che faranno impazzire il mondo degli adulti e che vi renderanno immortali nel mondo della festa sconsiderata! A voi la scelta, prodi dell’invidia della maturità, andate a dare fuoco al mondo!

    “Ma cosa stai dicend..” kataboom! Il KidPunk le sfondò il naso con una scarpata, prima che

lei avesse il tempo di rispondere: non era sicuro che avrebbe veramente superato quel duello, ma soprattutto erano anni che non vedeva l’ora di saccagnarla di sberle, non aveva saputo resistere alla tentazione, in fondo era solo un ragazzo… e poi era un po’ fatto, insomma è comprensibile!comunque, prima ancora che tutti capissero cosa stava succedendo, corse alla torre dell’antenna, e vi diede fuoco, si era portato dietro una bottiglietta di grappa rubata a sua nonna calabrese, brucia come il gasolio agricolo XD in tutti i sensi!, in men che non si dica Milano 2 era alle fiamme, e il Ragazzo stava fuggendo alla velocità che solo la punkacciospa poteva dargli, 60 km/h in discesa e solo se col vento a favore!

 

Il successo che ottenne fu incredibile, ne parlavano tutti i giornali, chi parlava di un blackout totale in tutto il nord italia, chi accennava ad un idiota strafatto che ha malmenato una conduttrice… la polizia lo stava cercando ovunque, ma il Ragazzo era al sicuro in casa, e qualora gli avessero chiesto, lui avrebbe avuto un alibi: era rimasto al televisore a vedere quel che era successo: avrebbe potuto raccontare per filo e per segno qualsiasi istante di quella vicenda! In pratica ce l’aveva fatta XD. Qualche sera dopo quel giorno, ammirando il tramonto, vide un ragazzo scappare dagli sbirri, non ne conosceva il motivo, ma sapeva di esserne la causa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...