KID PUNK CAPITOLO 2: la continuazione

Era il 14 settembre, KidPunk accese la punkacciospa per andare a distruggere le trasmissioni malvagie, circa 200 km per difendere la libertà, restituire la giustizia e salvare il mondo; a febbraio dell’anno successivo, entrò a Milano dopo 42 giorni di ricovero per assideramento ( dopo che la vespa aveva tirato uno sciocco fotonico sugli appennini tosco-emiliani, perchè il Ragazzo aveva sbagliato strada). Entrò negli studi tediatett, durante le prove di un reality show. Il donnuomo che conduceva la trasmissione chiamò immediatamente la sicurezza: era iniziata una nuova battaglia, il male contro il KidPunk, il Ragazzo contro l’ipocrisia, la tediatett contro la libertà.. il bene si era infortunato negli allenamenti con Giovanni Muciaccia, è rimasto in panchina a fare il tifo, poi è arrivato il centro controllo malattie e l’hanno portato via. La security, ovvero sei omoni grandi come il bisogno di soldi del sottoscritto, si lanciarono subito addosso al nostro eroe, che però era pronto alla contromossa: in meno di dieci secondi era già stato ammanettato e sberlottato, uno di loro si era anche già acceso una cicca. Ma KidPunk non poteva arrendersi, c’era in ballo qualcosa di grosso, come quando esci con Vladimir Luxuria! Doveva far ricorso alle sue speciali tecniche di combattimento, apprese in anni di bagordi insensati e di serate improbabili che gli individui più folgorati del mondo! decise di ricorre ad un classico: LA SCORREGGIA ALCOOLICA, i gas prodotti tra lo stomaco e l’intestino, dopo una trincata di quelle da galera, infatti è talmente letale che la leggenda narra si possa sentire anche dall’altra parte del telefono, certo un po’ in ritardo rispetto al rumore, ma comunque estremamente efficaci XD e così fu: una folata talmente fetida che si potrebbero rideterminare i criteri di armi batteriologiche, tutta la sala, pubblico compreso, svenne all’istante; i più distanti invece ebbero meno fortuna, l’intensità non era tale da provocare sincope, quindi restarono ad agonizzare sino all’entrata dei pompieri quasi un’ora dopo; la security, i più vicini al Ragazzo, invece racccontò di aver avuto un’allucinazione collettiva: erano giunti alle porte del paradiso e a giudicare le loro colpe c’era Bud Spencer nelle vesti di san Pietro. L’olezzo di quel peto aveva untato anche le manette, il Ragazzo potè liberars per correre alla stazione di trasmissione principale, dove abbattere l’antenna più grande, l’aveva visto far in un film di stephen seagal! Corse tra gli stabilimenti rapido come un antilope, silenzioso come un felino in agguato, pericoloso come un mamba nero, in pratica uno zoo safari, di quelli fichi, che costano l’ira d’iddio, non come qulli merdosi che chiamano parchi faunistici con prezzi da famiglie, nei quali ( se sei veramente tanto fortunato però) trovi un lama che manco sputa!

Nel frattempo era arrivato, ( ha dovuto abbattere un gabibbo, strappare i capelli alla Fletcher, bucare i palloni di “contro campo”, tutto mentre voi facevate la fila per vedere il cucciolo di panda, che però ha dormito tutto il tempo e quindi vi siete presi una bella inculata!) l’antenna era a pochi passi, quando s’interpose tra il Ragazzo e la struttura Lei, la viscida, la tragida ( è un termine che ho coniugato a causa della mia dislessia, però mi sembra fico quindi lo lascio.. sarebbe la fusione delle parole “tragicamente frigida”), colei che ti giudica senza dare opinioni.. FARFARA D’ORSO …. accompagnata dal suo esercito di cretini, opinionisti del grande fratello, psicologici dei drammi famigliari, veline intellettualmente offese, tronisti così stupidi da non sapere distinguere se dicano delle cazzate per far scena, o se siano proprio ignoranti quanto sembrano.. era arrivato alla fine, al boss finale, la battaglia decisiva, servivano sangue freddo e concentrazione, non poteva sbagliare nulla o per lui sarebbe stata la fine, ( anche per questo blog, ma siccome tutto sommato mi diverto, penso che ne uscirà quanto meno in piedi, ma non dico altro perchè non voglio rovinarMI il finale, odio gli spoiler di merda!), decise d accendersi una canna, lo spinello della vendetta.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...