EMOZIONI FTV

oggi ho preso per la prima volta una corriera dopo un paio di anni, perchè purtroppo la mia cucciola, la mia gioia, l’unica donna che non mi abbia mai deluso, la mia Angela, la mia ciospa è stata malmenata da un salame della strada e sono quindi costretto a dipendere dai mezzi pubblici, nel mio caso si tratta dell’ FTV: la compagnia di trasporti “ Fortuna’ T ornar Vivo”. Io e gli altri guerrieri della resitenza al male, almeno quelli sopravvissuti, siamo stati sotto le loro angherie durante tutto il periodo di studi precedente al delirio dell’università. Nel bene o nel male abbiamo sempre affrontato insieme, uniti e solidali tutte le angustie che questo piccolo impero del male ci ha imposto.

Mi sono tornati alla mente i ricordi dei miei viaggi per andare al liceo, 20 km di agonia mattutina, 70 minuti di sopportazione quasi martire! La mia era anche una delle tratte peggiori della provincia, la tremenda “ Thiene-Bassano”, 200 e passa studenti costipati in corriere da 130 posti, compresi quelli abusivi in piedi! Il viaggio era in realtà quasi comodo da un certo punto di vista, nel senso che eravamo così concentrati in così poco spazio, che eravamo immbolizzati dalla nostra stessa massa; certo, quando si aprivano le porte, rischiavi di essere esploso via dalla pressione interna, ( solo se se eri abbastanza stupido da metterti vicino alle porte, cosa che ti capitava una sola volta nella vita: la prima e ultima! O perchè ti veniva il buon senso di non farlo, o perchè non ne avresti più avuto modo… ). Il viaggio era talmente pessimo che Caronte aveva scritto una lettera di protesta al quartiere generale dell’ ftv, obiettando che solo lui aveva l’esclusiva per il viaggio dei dannati!

Oltre al viaggio con lo spazio vitale di un’ameba, si aggiungevano inoltre autisti stupidi (che facevano gare di cronometro tra una fermata e l’altra, andando tranquillamente dritti, sopra le rotonde e in caso di ritardo rispetto allo standard saltando pure le fermate) dimostrando di avere la patente per il triciclo; controllori stronzi e viscidi, alcuni talmente astuti da divenire leggendari, quasi rispettati dagli studenti, come “Il cobra”: un personaggio forse mitico, che esiste da sempre, che ha fregato tutti, che non ha mai perso un controllo ( anche se una volta è stato costretto al pareggio col KidPunk, ma questo merita una storia a parte), era diventato famoso per servirsi di travestimenti durante i controlli, si diceva che annusasse la paura di chi provava a fare il furbo, si dice che una volta abbia multato persino l’autista!

La tratta Thiene-Bassano era considerata talmente crudele, che l’ftv è stata sancita dall’onu per violazione dei diritti umani, quando per farci spazio abbiamo iniziato a caricare i primaroli più piccoli mingherlini nei vani portaborse sopra i sedili, gli ispettori all’inizio volevano punire noi studenti, ma poi si sono resi conto che il danno peggiore non era stato compiuto da noi, ma dall’autista che a fine corsa non era sceso a scaricare il bagaglio smarrito, compito essenzialmente dell’autista, infatti uno dei poveri disgraziati, si è passato la notte al parcheggio delle corriere, nutrendosi della condensa dei vetri e dei residui delle briciole nei sedili;ma insomma, soo esperienze che possono capitare quando rispondi male ad uno di quinta dell’itis o dell’ipsia; il ragazzo comunque si è ripreso ed è entrato nella resistenza, a combattere i nostri crudeli aguzzini.

Se devo essere sincero però ho avuto degli istanti di commozione quando ho ripensato al giorno delle matricole, ne abbiamo fatti piangere parecchi di ragazzini XD; la strategia era semplice, si prendeva un crumiro del primo anno che ci indicasse chi fossero i nuovi arrivati, e due pattuglie formate da due persone ( una grossa e dallo sguardo cattivo, l’altra normale ma dall’estro creativo) e che partivano in direzione convergente dalle due porte matricolando tutti i nuovi ragazzi con i leggendari indelebili staedtler, tra la folla che urlava al sangue! Devo anche ammettere che un po’ mi mancano le profonde discussioni su quali fossero le tette più grandi della corriera, o quale fosse il culetto d’oro del vagone, o gli insulti contro quelli che abitano a Sarcedo.. ahh.. se devo dire la verità, se non avessi sofferto il dramma dell’ftv, ora non sarei l’uomo che sono! Ma che questo sia un bene, non sta a me dirlo.

Annunci

4 pensieri su “EMOZIONI FTV

    1. il nostro una volta è salito sulla corriera, un tipo che non aveva il biglietto è sceso dalla porta posteriore, il cobra ha controllato gli altri, poi ha fatto finta di scendere si è acquattato dietro ai primi sedili, e quando il ragazzo è risalito l’ha inchiodato mentre la corriera era in corsa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...