SHEPUNK : atto III

era fermo a pensare pensare a come giostrarsi in questa situazione, aveva perso il controllo della situazione per cause maggiori, sulle quali non poteva nulla ( si lo so che non è così, però già è teso di suo.. adesso non voglio anche dargli altri pensieri.. magari più tardi ok?), mentre cercava una soluzione, un piano B, la vide che ballava in mezzo al caos della gente, un’immagine che era da sempre impressa nella sua mente, l’aveva vista molte altre volte così, e ogni volta aveva avuto l’impressione di ricordarsi quella figura da sempre.. tanto era bella.. qualche volta aveva pure avuto il culo di sognarla di notte ( però lui non lo sa perchè non ricorda mai i sogni che fa la notte XD, ma io glie lo faccio sospettare, così magari si mette un po’ più sciolto ), uno di quei sogni che non dovrebbero finire mai.

Una volta, qualche mese dopo l’incidente del pub, ad un concerto l’aveva vista che ballava sotto il palco, semplicemente perfettta! Più che danzare pareva disegnasse la musica e quest’ultima la seguiva in ogni indicazione che lei le dava, un fuoco che ardeva e produceva colonne di fumi che scaturivano secondo i capricci del fuoco e poi sballottati dal vizio del vento.. KidPunk era rimasto quasi ipnotizzato, e cominciando a molleggiare al ritmo di una canzone ska, indotto dai suoi movimenti sinuosi, senza accorgersene, si stava avvicinando sempre di più a quella trappola fatale ( inutile parlare dell’espressione da teiera perplessa che aveva assunto il Ragazzo, letteralmente ricnoglionito come qualsiasi maschio di fronte ad un paio di tette, una condizione più antica della prostituzione stessa…), fino a che non le fu così vicino, che si stavano strusciando uno addosso all’altra in quel momento realizzò tre cose:

  1. non sapeva ballare e doveva essere esilarante vederlo da distante ma se ne era ricordato solo in quel momento, e in caso avrebbe detto che faceva danza progressiva…
  2. stavano ballando assieme, quindi aveva una possibilità, forse poteva recuperare il terreno perduto.
  3. Quando ShePunk ballava, sorrideva e quando sorrideva illuminava tutto attorno a lei 

era così gasato, mentre pensava queste cose, che non si accorse che nel frattempo lei stava ballando con un’altra persona e vicino a lui si era piazzato l’omone della security, al quale poi dovette spiegare con un certo imbarazzo perchè gli aveva stretto i fianchi e sussurrato “sei bellissima”, soprattutto quando l’omone espresse un certo interesse. Potete immaginare le risa dei suoi amici quando videro che questo cercò di baciare il Ragazzo…

il resto concerto lo passò a nascondersi dalla security cui aveva spezzato il cuore, però se non altro questa volte la ragazza gli aveva sorriso, la piccola speranza era diventata un po’ più grande, lui non lo sapeva ma stava per commettere un grosso errore XD

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...