I 5 MINUTI DELLA VERGOGNA E L’OTTAVO SACRAMENTO

ore 5.30, suona la sveglia.. strappato dal piacere ossequioso del sonno, guardo la finestra e vedo che fuori è buio, un buio umido e denso che aspetta solo di appicicartisi addosso quando uscirai di casa.  Tra un’ora inizio a lavorare… mi serve un attimo per capire dove sono le gambe e dove si trova la testa,  guardo l’orologio: sono le 5.32, sbatto gli occhi perchè le palpebre non cadano inesorabili di fronte ad una pupilla già stanca; riguardo l’ora, sono le 6.21, tra nove minuti inizio a lavorare… un suino capace di miracoli saluta la Città e un nuovo giorno.

Ancora una volta sono stato tentato e vinto dall’ edonico sprazzo dei “5 minuti della vergogna”. L’esistenza di un’altra dimensione, adiacente a quella della vita quotidiana, è stata nascosta agli occhi del mondo ancora dall’ incidente di Roswell, New Mexico 1952; sebbene a tutte le nazioni del pianeta fosse stato riferito del ritrovamento di un veivolo alieno, il governo degli stati uniti stava invece insabbiando la verità, cioè che esiste un mondo diverso da quello che abbiamo misurato e calcolato con la nostra scienza e la nostra matematica, ma temendo ad un soverchiamento dei canoni gerarchici che essi stessi si sono costruiti servedo questo segreto, decisero di celare la verità che lega uno scaricatore di merci, un echidna e un carico di chetamina partito da  roswell,  con destinazione a Santafè!

Ciò di cui parlo, si tratta di un’anomalia temporale, legata ad una non ben indentificata capacità del nostro cervello, capace di piegare il tempo, ma non i vestiti del bucato, e di far scorrere in 5 minuti anche diverse ore senza! Senza alterare il continuum spazio temporale, per giunta! Il nome fu inventato da Enrico Fermi una fresca mattina di marzo, dovendo spiegare ai ragazzi di Via Panisperma perchè si fosse presentato in laboratorio alle 10.47, anzichè alle 8.00 come tutti gli altri. Il fisico raccontò di essersi svegliato come sempre alle 7.00, ma vedendo entrare in camera un maschio di echidna adulto che ululalava in preda alla stagione degli amori, decise di concedersi 5 minuti di sonno in più, svegliandosi però alle 10.26.  Non sapendo spiegare cosa fosse successo per quelle tre ore e imbarazzandosi alle domande su cosa fosse un echidna e cosa fosse successo all’animale in calore, lo scienziato decise di ripetere l’esperimento in una camera controllata assieme ai suoi collaboratori; il celebre professore si addormentò mettendo la sveglia per le 19.00 di quella stessa sera. I risultati furono sconvolgenti:

il professor Fermi svegliatosi e vedendo questa volta un caimano preso dalla stagione degli amori, decise di concedersi altri 5 minuti di sonno; si svegliò alle 21.56, quando alla porta suonò il ragazzo delle pizze che aveva portato la cena per il team; per quasi tre ore nessuno si era accorto che il professore fosse a letto ancora addormentato! mentre tutti si chiedevano dove fosse, chi per un motivo o chi per l’altro, nessuno aveva pensato di chiamarlo al cellulare. Neanche del caimano non si seppe più nulla.

Non sapremo mai cosa sia successo a Roswell o dove sia l’echidna del professor Fermi, ma il tempo è giunto e i cavalieri dell’ottavo sacramento sono stati mandati  sulla terra per rompere ogni mistificazione: si tratta di un ordine militare antico come il mistero della vita, la Bibbia e la Chiesa ne hanno falsato la storia, per obbedire al potere dell’ordine e della normalità, in modo da renderci tutti gli obbedienti soldatini che si alzano quando qualcunpo glie lo comanda! Tutto iniziò nella Genesi, quando il Signore, stanco di veder Adamo non fare una beata minchia tutto il giorno, decise di portarlo a pesca.

  • mi raccomando adamo, domani al sorgere del sole ci troviamo qui che ti insegno come si fa una lenza, non fare tardi che devo sistemare un echidna un po’ eusberante nel pomeriggio!

Il giorno dopo, quasi un’ora prima che il sole sorgesse, adamo si sveglio vedendo accanto a sè un echidna che sbatteva le vibrisse sorridendo maliziosamente; tra sè e sè pensò di potersi concedere ancora qualche minuto prima di alzarsi dal letto… Adamo si sveglio alle 11.27 in preda al panico; corse al luogo dell’appuntamento dove trovò Dio incazzato come una jena che ascoltò la storia dell’echidna per poi montare su tutte le furie! L’Altissimo prese la sua creazione tra le mani e glie ne diede tante, ma così tante che le montagne si costruirono e le costruzioni si montarono. Poi lo depose a terra e costruì la prima donna da una costola del prima uomo. Infine dio disse ad Adamo “Adamo questa è la donna, verrà con te sulla terra per ricordarti che ti dovrai alzare presto e che avrai un’ora oltre la quale non puoi dormire più, e ogni giorno obbedirai ossequioso al tempo che passa, troppo impegnato a non perderlo da non poterlo comandare” . E così, il giorno dopo, Adamo si svegliò sulla terra rincoglionito dal sonno  e fu in ritardo. Il primo uomo salutò il primo lunedì della storia celebrando la gloria dell’ottavo sacramento con tutta la grazia di cui i suini son capaci.

E ancora oggi, milioni di persone, in tutto il mondo, rendono omaggio questo grande ribelle compiendo l’ottavo sacramento! Tutte le mattine evocano improbabili divinità ovine o bovine! Osano sbirciare nei “5 minuti della vergogna”, solo per assaporare per pochi istanti la beatitudine di un mondo di sogni dove tutto può succedere di nuovo e tutto può essere bello. Uomini che preferiscono inseguire i loro sogni fino all’ultimo istante, anzichè chinarsi servili difronte al simbolo della sottomissione quotidiana, la sveglia. Solo per desiderare di essere liberi e non dipendenti, sotto una sirena di inizio turno, dietro le porte di un negozio prima dell’apertura, di fronte ad una cattedra, in mezzo al caos di sedie che si spostano e studenti che si salutano. In noi non si manifesta uno spirito di pigrizia che come egoisti ci acceca innanzi al dovere, ma noi per alzarci dal letto e vivere la giornata, abbiamo bisogno di qualcosa di più una manciata di ore da far retribuire per poter pagare altri attimi di tempo! Siamo dei sognatori, ci serve qualcosa per sognare anche ad occhi aperti, metti che torna l’echidna!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...