Archivi tag: big pharma

no-vax, dottori del sentito dire e tutti gli altri fessi

quando tutte le persone attorno a te si comportano come deficienti che ti stanno rovinando la vita, consolati: è più probabile che sia tu l’unico che non ha capito un cazzo e che la sta rovinando a loro. 

boh, avete presente quando apri facebook e un sacco di gente posta delle cose così fastidiose per cui maledici quell’irresponsabile del dio che ha dato loro capacità senzienti? ecco io sì.. e mi fa salire uno stato di rabbia che darei fuoco alla loro anima se ne avessero una. ( alcuni contenuti potrebbero offendervi, ma se ne discuteste con me in real life i toni sarebbero molto più smorzati da una simpatica coreografia di eresie, suini e presunte divinità).

Ecco, io non ho niente contro gli antivaccinisti in sé, ognuno è libero di dare sfogo alla propria idiozia come meglio crede, c’è chi si brucia con la bamba, chi guarda porno animali, chi odia i negri, chi ostruisce il traffico con i macchinoni e cosivvia… Ognuno è libero di realizzare l idiota che ha dentro! E non avete limitazioni! potete davvero darvi fuoco per scommessa o attaccarvi allo scroto agli elettrodi della batteria dello scania!!! basta che non rompiate i coglioni al prossimo: Volete credere che la vostra vita migliorerà quando otterrete la vittoria su big pharma, solo perché è più facile che ammettere che se vi foste impegnati di più nella vita ora sareste davvero felici? OK, fatelo ma non svangate il cazzo con cortei, pretese e argomentazioni imbarazzanti.. Studiate, dimostrate e quindi chiedete! Siete vegani che amano gli animali negli anni della ribellione del selfie, perche è più facile coccolarsi un cane che non potrà mai darvi dell’idiota che districarsi tra i rapporti umani? OK, fatelo! ma piantatela di minacciare e insultare gli altri che invece tra le persone ci stanno bene… Vuoi essere un dottore dell’universale laurea del sentito dire? No, quello non potete farlo, è una mancanza di rispetto verso tutti gli studenti del mondo: non potete dare lo stesso peso al culo che vi fate al banco del bar tra un facebook e un #escile, al culo di chi studia per una vita, di chi fa ricerca e  magari anche facendo due lavori per pagarsi gli  studi!

Un’altra cosa della quale non abbiamo il diritto: è  di indignarci quando dei medici prendono decisioni, che innanzitutto non ci riguardano, in secondo luogo che contestatiamo come se avessimo davverto studiato medicina per 10 anni ,ma soprattutto che non abbiamo capito! Cazzo! Smettiamola di avere opinioni, abbiame l’umiltà di chiedere, di dover capire e poi farci la vostra opinione. Viviamo nella società del fare le cose  a caso, per sentito dire, con l’inutile convinzione che il fine sia guadagnare: ho capito che fare soldi sia più facile di diventare una persona migliore, ma questo non vuol dire che sia una buona cosa: Ci indigniamo perché in un ospedale ci sono tempi di attesa lunghissimi, strumentazioni inadeguate e personale  insufficiente… che cazzo pensavamo sarebbe successo quando invece di regalare a nostro flglio un libro, gli aabbiamo regalato l’abbonamento al calcio? Porcammerda! ci sono  miliardi di euro che girano dietro a quattro analfabeti di calciatori mentre istruzione, sanità, ricerca e cultura vanno a puttane , con la bamba di quella classe di inetti che dice cose imbarazzanti al microfono dopo il sonnellino a montecitorio. Io non so cos’abbia questo calcio, non lo conosco e non me ne faccio un’opinione, ma so che con 40 milioni di euro, in un anno, ci lavorano migliaia di ricercatori dell’energia rinnovabile, del cancro, delle malattie genetiche e quanto altro vi venga in mente. il nostro problema è che ci piace prendere decisioni senza dover pensare alle conseguenze che ne derivano, ma purtroppo le cose non succedono per caso e sono le nostre scelte le uniche che possono modificare il corso degli eventi.

Abbiamo versato lacrime e sangue nella grande crisi economica, denunciandone l’ingiustiza con twitter, da uno smartphone, connesso con internet veloce, dopo lo spritz al bar durante, il talk show della paytv, su un televisore al plasma… diocaro raccontatelo ai bambini di aleppo! magari uno di quelli colpiti nell’ospedale civile, dove era stato ricoverato dopo che un ak gli haperto la pancia mentre usciva di casa per andare a scuola! Ma non vi risponderà! perché sarà morto, risponderà suo fratello: l’ennesimo idiota che impazzisce quando scopre che quella guerra è servita a salvaguardare il petrolio che alimenta la nostra industria e arricchisce la nostra finanza. Perché prima di improvvisarsi dinamitardi, quelle persone sono i soldati della guerra dei morti di fame, cui si stanno alleando i dementi del rifiuto sociale qualificati dagli importanti insegnamenti del loro unico amico(invisibile), un certo dio: l’inventore del concetto dell’attuale ideologia “tsiccome solo io ho ragione, tutti gli altri hanno torto allora non è colpa mia se il mondo va a puttane” ! non sto dicendo che farsi saltare in aria durante un concerto, per portarsi via più anime possibile sia una buona idea, ma cominciamo a capire perché qualcuno invece è convinto del contrario! continuando a capire riusciremo a farci delle opinioni su come evitare che succeda. Certo è più facile avere l’opinione della tv che ci siano semplicemente dei cattivi che vanno ammazzati, ma dall’inizio della guerra fredda ad oggi mi pare che questo sistema abbia dato vita solo a nuovi cattivi… non mi sembra particolarmente efficace! Si potrebbe obbiettare che capire è difficile, che ci vuole un sacco di tempo e che magari abbiamo anche di meglio da fare che dover ogni momento pensare a quale sia  il comportamento più efficace a seconda della situazione… è vero! E avete tutto il diritto di accettare questo stato delle cose, come io ho tutto il diritto che voi non mi rompiate i coglioni quando le cose fatte a caso danno risultati che non vi piacciono!

(vado a studiare va’, che mi sta salendo il nervoso)