Archivi tag: rabbia

no-vax, dottori del sentito dire e tutti gli altri fessi

quando tutte le persone attorno a te si comportano come deficienti che ti stanno rovinando la vita, consolati: è più probabile che sia tu l’unico che non ha capito un cazzo e che la sta rovinando a loro. 

boh, avete presente quando apri facebook e un sacco di gente posta delle cose così fastidiose per cui maledici quell’irresponsabile del dio che ha dato loro capacità senzienti? ecco io sì.. e mi fa salire uno stato di rabbia che darei fuoco alla loro anima se ne avessero una. ( alcuni contenuti potrebbero offendervi, ma se ne discuteste con me in real life i toni sarebbero molto più smorzati da una simpatica coreografia di eresie, suini e presunte divinità).

Ecco, io non ho niente contro gli antivaccinisti in sé, ognuno è libero di dare sfogo alla propria idiozia come meglio crede, c’è chi si brucia con la bamba, chi guarda porno animali, chi odia i negri, chi ostruisce il traffico con i macchinoni e cosivvia… Ognuno è libero di realizzare l idiota che ha dentro! E non avete limitazioni! potete davvero darvi fuoco per scommessa o attaccarvi allo scroto agli elettrodi della batteria dello scania!!! basta che non rompiate i coglioni al prossimo: Volete credere che la vostra vita migliorerà quando otterrete la vittoria su big pharma, solo perché è più facile che ammettere che se vi foste impegnati di più nella vita ora sareste davvero felici? OK, fatelo ma non svangate il cazzo con cortei, pretese e argomentazioni imbarazzanti.. Studiate, dimostrate e quindi chiedete! Siete vegani che amano gli animali negli anni della ribellione del selfie, perche è più facile coccolarsi un cane che non potrà mai darvi dell’idiota che districarsi tra i rapporti umani? OK, fatelo! ma piantatela di minacciare e insultare gli altri che invece tra le persone ci stanno bene… Vuoi essere un dottore dell’universale laurea del sentito dire? No, quello non potete farlo, è una mancanza di rispetto verso tutti gli studenti del mondo: non potete dare lo stesso peso al culo che vi fate al banco del bar tra un facebook e un #escile, al culo di chi studia per una vita, di chi fa ricerca e  magari anche facendo due lavori per pagarsi gli  studi!

Un’altra cosa della quale non abbiamo il diritto: è  di indignarci quando dei medici prendono decisioni, che innanzitutto non ci riguardano, in secondo luogo che contestatiamo come se avessimo davverto studiato medicina per 10 anni ,ma soprattutto che non abbiamo capito! Cazzo! Smettiamola di avere opinioni, abbiame l’umiltà di chiedere, di dover capire e poi farci la vostra opinione. Viviamo nella società del fare le cose  a caso, per sentito dire, con l’inutile convinzione che il fine sia guadagnare: ho capito che fare soldi sia più facile di diventare una persona migliore, ma questo non vuol dire che sia una buona cosa: Ci indigniamo perché in un ospedale ci sono tempi di attesa lunghissimi, strumentazioni inadeguate e personale  insufficiente… che cazzo pensavamo sarebbe successo quando invece di regalare a nostro flglio un libro, gli aabbiamo regalato l’abbonamento al calcio? Porcammerda! ci sono  miliardi di euro che girano dietro a quattro analfabeti di calciatori mentre istruzione, sanità, ricerca e cultura vanno a puttane , con la bamba di quella classe di inetti che dice cose imbarazzanti al microfono dopo il sonnellino a montecitorio. Io non so cos’abbia questo calcio, non lo conosco e non me ne faccio un’opinione, ma so che con 40 milioni di euro, in un anno, ci lavorano migliaia di ricercatori dell’energia rinnovabile, del cancro, delle malattie genetiche e quanto altro vi venga in mente. il nostro problema è che ci piace prendere decisioni senza dover pensare alle conseguenze che ne derivano, ma purtroppo le cose non succedono per caso e sono le nostre scelte le uniche che possono modificare il corso degli eventi.

Abbiamo versato lacrime e sangue nella grande crisi economica, denunciandone l’ingiustiza con twitter, da uno smartphone, connesso con internet veloce, dopo lo spritz al bar durante, il talk show della paytv, su un televisore al plasma… diocaro raccontatelo ai bambini di aleppo! magari uno di quelli colpiti nell’ospedale civile, dove era stato ricoverato dopo che un ak gli haperto la pancia mentre usciva di casa per andare a scuola! Ma non vi risponderà! perché sarà morto, risponderà suo fratello: l’ennesimo idiota che impazzisce quando scopre che quella guerra è servita a salvaguardare il petrolio che alimenta la nostra industria e arricchisce la nostra finanza. Perché prima di improvvisarsi dinamitardi, quelle persone sono i soldati della guerra dei morti di fame, cui si stanno alleando i dementi del rifiuto sociale qualificati dagli importanti insegnamenti del loro unico amico(invisibile), un certo dio: l’inventore del concetto dell’attuale ideologia “tsiccome solo io ho ragione, tutti gli altri hanno torto allora non è colpa mia se il mondo va a puttane” ! non sto dicendo che farsi saltare in aria durante un concerto, per portarsi via più anime possibile sia una buona idea, ma cominciamo a capire perché qualcuno invece è convinto del contrario! continuando a capire riusciremo a farci delle opinioni su come evitare che succeda. Certo è più facile avere l’opinione della tv che ci siano semplicemente dei cattivi che vanno ammazzati, ma dall’inizio della guerra fredda ad oggi mi pare che questo sistema abbia dato vita solo a nuovi cattivi… non mi sembra particolarmente efficace! Si potrebbe obbiettare che capire è difficile, che ci vuole un sacco di tempo e che magari abbiamo anche di meglio da fare che dover ogni momento pensare a quale sia  il comportamento più efficace a seconda della situazione… è vero! E avete tutto il diritto di accettare questo stato delle cose, come io ho tutto il diritto che voi non mi rompiate i coglioni quando le cose fatte a caso danno risultati che non vi piacciono!

(vado a studiare va’, che mi sta salendo il nervoso)

Annunci

RAGE BY THE RISING WINTER

Normalmente sono una persona pacata e riflessiva, generalmente tendo ad evitare la discussione scegliendo la via dell’argomentazione buonsensistica e a nervi freddi.

Ma, in quel momento dell’anno dove l’oscurità avanza sino alla soglia della quotidianità, in quel momento in cui la luce diviene flebile spiraglio di un colore oppresso ormai dal grigiore della stagione fredda che sbraita alle porte, in quel momento, cresce in me il demone del disagio di vivere… È una bestia parassita che si nutre degli scazzi della tua vita e li accumula da qualche parte tra l’appendice, la valvola ileo-cecale e i dotti biliari. Una volta raggiunto il volume sufficiente, preme sulle anse intestinali spingendo migliaia di boli saturi di rancore e mannnaggiattèeachitihamessoalmondo! E così, profuso di rabbia e indispettimento totale, purifico la mia anima nella via del nervosismo a cazzo! Un atto rituale in osservanza al volere dell’ingestione! non ci sono nè torto nè ragione, solo odio, disprezzo, rosicature e grugniti; quando la mia anima sarà  una putrida cloaca di meschina misantropia e vigliacca lagnosità, avverrà la commutazione del disagio in equilIbrio spirituale! Quello stato di beata spensieratezza che mi contraddistingue per la maggior parte del mio tempo e guai agli strafottutti coglioni che s’azzardano a dire che sono una persona tesa e litigiosa che gli spacco quella faccia di merda a lavandinate sui denti!

Penso succeda a tutti di trovarsi in quello stato esasperato in cui l’altrui presenza costituisce una severa minaccia al quieto vivere, per il solo di fatto di esistere e di avere una storia di cui non te ne frega una beata minchia!  perchè diciamocelo, che se vai in giro lamentandoti che è arrivato il freddo e tu, bravo minchione, te ne vai in giro coi pantaloni arrotolati e le caviglie all’ aria, beh sei proprio stupido  ed è giusto che tu soffra! E in più non dovresti dare il permesso alla tua faccia da culo di continuare a scoreggiare stronzate! Può sembrare un pensiero un po’ alterato, ma vi assicuro che sono proprio convinto che siamo circondati dagli imbecilli! Come quell’eterogeneo gruppo di cretini che denuncia i comportamenti bigotti del nuovo buffone alla casa bianca  sui social network, e intanto è lo stesso coglione bigotto che posta #escile su ogni video porno che si scarica sul cellulare ! che se incontra un vuccumprà nero per strada va, dall’latra parte e finge di guardare i messaggi al cellulare… infine è  anche capace di andare in chiesa con la mamma la domenica mattina, ancora ubriaco dalla sera passata a bere visto che in disco non se l’è cagato nessuna!

. .ma andate a infilare il dito nel culo di un orso!!!! voi e quei babbei che fanno programmi di due ore a parlare di calcio come intellettuali che discutono dell’ idealismo come assoluto storicismo e per B. Croce… MA COME STRACAZZO è POSSIBILE CHE CI SIANO PERSONE CHE USANO IL TEMPO DELLA LORO VITA PER PARLARE DI undici ragazzini ignoranti e violenti che si tuffano come sirene e si menano come ubriaconi, tra una pista di cocaina in discoteca  e la zoccolina cerebrolesa di turno con cui fare un video porno da caricare su youtube! Mannaggiaallasuorachemihagrattatoviailtatoaggiodiduffyduckchemierofattoll’asiloconlospazzolinodadenti! Venisse un crampo a voi e a tutta quella banda di idioti dalla parlantina facile e la cazzata pronta che si sveglia fuori con consigli saggi del tipo: se stai male non prendere freddo, dovresti dormire di più o prenditi qualche giorno di ferie…  MANNAGGIALASIGNORECHET’HAMESSOALMONDO!  MA CREDI CHE SE  POTESSI DORMIRE SETTE ORE TUTTE LE NOTTI NON LO FAREI? MA TI PARE CHE MI DIVERTA AD ANDARE APRENDERE FREDDO ALLE 5 DEL MATTINO IN VESPA PRIMA DI INIZARE A  LAVORARE? MA CAZZO MA TU HAI IMPARATO A RISOLVERE I PROBLEMI DA SCOOBY DOO! MANNAGGIALGOVERNO SCOMETTO CHE QUANDO ERI PICCOLO LA MAESTRA TI CHIAMAVA GIOVANE AQUILA DEL POLLAME!

 Epoicomeognifottutoannonaturalmentemidevopureprendereunabronchiteduegiorniprimadell’esamecosicchèognivoltachemisaleilsignoresterminatorediesercitisputoancheilmucochealtrimentimicoladalnasoinquellostatoditornervosoeviolentotipicodeiraffreddoridafebbrecheprendoquandoarrrival’inverno! Perchè lavoro in uno stracazzo di capannone aperto e siccome devo correre portando pesi dai trenta kg ai 4-5 quintali, naturalmente fa caldo abbastanza da bagnarmi di sudore ed è sufficientemente freddo da ritrovarmi spesso piegato a tre quarti con l’intestino che grida “SQUARAUSE AKBAR!”,  CHE SE ESPLODO, MANNAGGIAALLETRILOGIECONILSECONDOFILMCHEèSEMPREUNATRAMADIMERDALASCIATAINSOSPESO, FACCIO UN VOLUME DI CONCIME CHE RISOLVO LA FOTUTTA FAME IN AFRICA!!!!!!

Devo solo superare qualche giorno di prurito per ritrovare lo zen e l’equilibrio con il mio CHI. Nel frattempo mi purifico ricordando ogni giorno di maledire nostra signore l’ingestione,  e qualcuno dei suoi amici celestiali. Ed ora barricato nella solitudine convoglio le forze oscure in uno unico grande sfogo questa notte per riuscire a non infrangere il codice penale domani, quando rientrerò nella società cosiddetta “ civile”; non mi resta altro che coccolare il demone del nervoso lontano dagli innocenti che ne potrebbero risentire. Sono il pirata, cavaliere dell’ingestione e vessillifero dell’ironia della vita, combattendo il male ho imparato riconoscere quando il nemico possa essere la mia persona. La battaglia più dura è quella contro se stessi, non riesco a vincere e non ci sto alla patta.

All’arrembaggio!

PRETTY IN GREEN (si è un titolo plagiato, che poi di fatto a me piace solo per un paio di frasi e il sound punk di una cover dei social distortion)

PRETTY IN PINK (si è un titolo plagiato, che poi di fatto a me piace solo per un paio di frasi e il sound punk di una cover dei social distortion)

oggi l’ho rivista, non è che sia una bella storia, anzi sembra la versione drammatica di film di woody allen.. comunque dicevo, oggi l’ho rivista: bellissima come sempre, nel senso che è sempre più bella. Praticamente non ci siamo neanche parlati, grazie a dio, già sono stressato per sta maledetta sessione estiva, se poi mi fosse toccato anche gestire una conversazione con lei, mi sarebbe venuto un aneurisma. Ovviamente ci sono delle premesse da fare in merito alle riflessioni di una mente logora dallo studio, perciò ecco un piccolo preambolo: (per convenzione lei sarà chiamata .. circe è troppo inflazionato mmm… C-18 sarebbe carino, ma aprirei inutili pensieri di sconcezza adolescenziale, penso che la chiamerò MJ, sì quella di spiderman.. non ci sono significati nascosti se non il fatto che è la rossa più bella di tutti i fumetti, e a me piacciono sia le rosse che i fumetti)

preambolo:

nulla di particolare, solita storia ci conosciamo come si conoscono più o meno tutti, feste, cene, scuola assieme, amici di amici, interessi comuni etc etc.. (scegliete voi quale, quella che più vi pare famigliare) sin da quando l’ho conosciuta l’ho trovato carina, intelligente e tutte quelle cose che si pensano di una persona in superficie; all’epoca stavo con un’altra ragazza, ( seriamente importante per me, finchè è durato almeno -.-, mi spiace liquidarla con un banale “altra ragazza” ma non voglio aprire un altro preambolo più lungo e complicato, magari in un altro post… )quindi al di la di pensare “ cazzo che gnocca!” non avevo altri pensieri in mente; poi è finita ( perchè prima o poi finisce tutto, tranne gli accendini, di solito li perdi o te li rubano prima) la storia con “l’altra ragazza”, e dopo essermi ripreso dall’inculata col sabbione ( espressione veneta per dire una  cosa dolorosa..), ho avuto casualmente modo di stare più a contatto con MJ, diciamo che è stato come essersi trovati a fare gli animatori dello stesso CRE per puro caso. Ero convinto che fossimo partiti alla grande, risa tutto il giorno, messaggi piccanti via etere e internet, ero convinto che fosse andata.. ( per legittimare ogni dubbio, ammetto di essere uno che crede di avere una donna ai piedi solo perchè mi sorride, però ho ricevuto messaggi inequivocabili ,persino per uno scettico come galileo… Si quello di tesi- empirismo- conferma/confutazione, i messaggi inequivocabili non vale la pena elencarli ma ci sono stati, me l’hanno detto anche quanti cui ho parlato della questione). Siamo poi passati ad un livello più intimo, che per convenzione definirò come quello in cui lei mi dice di essere stata adottata, di una brutta infanzia, di aver vissuto per strada etc ( sì, come copertura è banale, ma i bambini infelici rendono sempre le storie più interessanti, tanto nei film comici quanto negli horror, forse avrei dovuto scegliere ricordi tipo la sua prima bicicletta o la prima volta che si è innamorata.. ma a chi interesserebbe? Ora ci interessano solo le tragedie e le tette…). Una volta siamo anche usciti assieme, purtroppo non è stata una serata vincente avevo appena scoperto di essere stato considerato un pessimo animatore al CRE, è stata un’uscita coincidenziale, praticamente ci siamo trovati nella stessa città, e abbiamo deciso di bere qualcosa assieme. Eravamo rimasti d’accordo di vederci ancora, magari per una mela caramellata o una menata del genere, fino a che ad un certo punto èsparita di punto in bianco! BAM! improvvisamente come quando i tuoi ti sgammano su you porn! io ormai nel frattempo mi ero preso una cotta che stiravo qualsiasi cosa su cui poggiassi il culo; sicchè poi ho fatto più o meno quello che fa qualsiasi maschio razionale: l’ho bombardata di messaggi, sms, stavo per arrivare alle telefonate minatorie, ma poi ho finito i soldi nel cellulare…(grazie a dio !) finalmente decide di farsi risentire, purtroppo è stata una mattina un po’ traballante in cui ero reduce di una sera coi prodi e quindi non mi ricordo neanche di cosa abbiamo parlato, è solo venuto fuori che semplicemente non era interessata, anzi quasi l’aveva posta come se io avessi frainteso tutto, ma è stata più o meno come quando la zanzare dice al rinoceronte che non conta quanto grande ce l’hai, ma come lo usi… i giorni passavano e mentre continuavamo a fare gli animatori al CRE, tra gli altri animatori io ero incazzato come una vipera e non avevo il minimo desiderio di parlarle ( avete presente la storia della volpe e dell’uva? Ecco aggiungeteci del diserbante per viti ..) e lei faceva finta di niente come se fossimo gli amiconi tipo pippo e topolino. E siamo rimasti così fino alla fine del CRE.

Ok, e adesso PRETTY IN GREEN:

praticamente oggi l’ho rivista, la prima cosa che ho visto è il suo splendido sorriso, uno di quelli che quando ti incontra la traiettoria degli occhi capisci il concetto di sublimazione, materia fisica che si dissolve nell’aria, senza bisogno di energia; e mentre cerchi di capire che cazzo ti sta succedendo assumi l’espressione idiota di cernia che scoreggia; poi arriva la trappola, i suoi occhi due pericolosissimi smeraldi ( si non è il suo colore, e se per questo manco ci assomiglia, ma era meglio parlare di smeraldi piuttosto che di ..) che alla prima occhiata suscitano la tenerezza di simba che trova mufasa morto nella gola, ma poi appare lo sguardo penetrante della pinguina dei blues brothers, quello che sa esattamente cosa pensi, cosa stai guardando e come lo stai facendo, e a questo punto l’espressione del pesce ottuso lascia spazio a al flebile timore di topolino che si vede sgammato in bombazza dallo stregone. Di solito a questo punto la gente, e con gente intendo il sottoscritto, dice qualche sciocchezza per deviare l’attenzione, tipo “sembra che in danimarca sia piovuto il 20%  in più degli altri anni in questa stagione” dal momento che sono considerato un idiota, in genere nessuno fa caso a queste cose.. comunque io ero ormai attento a questi particolari, perciò la prima cosa che ho fatto quando l’ho vista è stata concentrarmi sull’imperativo NON GUARDARLA IN FACCIA! Che da un certo punto di vista ha funzionato, nel senso che la seconda cosa che di solito attrae la mia attenzione di lei, sono le sue immense tettone.. a questo punto era fatta, è noto tra chi mi conosce che sono uno che di fronte alle tette grosse non capisce più un cazzo. Ripreso da questo piccolo inconveniente, ho attuato una vecchia tecnica di combattimento utilizzata dagli uomini, fuggi inventando una scusa, inutile dire che ha funzionato XD.

Sono riuscito ad evitarla con quest’abile mossa, tra le varie routines della prima parte della giornata; ho anche avuto l’impressione che mi cercasse con lo sguardo, ma le possibilità erano due: 1 non è vero, è solo il mio stato di paranoia aggravato dalla fatica mentale di questi due mesi di lavoro interminabile 2 è vero, ma non sarò così stupido da cascarci ancora! Comunque sia andata ad un certo punto è venuta a salutarmi, con il suo fottutissimo sorriso da arcangelo, ma col cuore di un super sayan che domina il proprio spirito sono riuscito a limitarmi ad un freddo “ ciao MJ.” e mi sono voltato a fare quelle cose che fai alle superiori quando il professore decide chi interrogare oggi, tipo frugarsi le tasche in cerca di fazzoletti di carta, cercare libri dentro la cartella, accasciare la testa affianco al muro cercando di imitare un cartellone… insomma ci è passato chiunque, e non servono altre spiegazioni.

Identica situazione a fine giornate, i suoi maledetti smeraldi cercano di fottere i miei zaffiri ( nel senso che ho gli occhi azzurri, è che mi sembrava ci fosse più pathos nel mantenere la metafora XD); ma più abile di perseo ( nel fuggire lo sguardo, non nel decapitarla.. sia chiaro, già sembro schizzolabile a scrivere sto post.. non voglio poi essere preso per un violento, eccetto quando si parla di programmi della mediaset dp!) mi sono salvato ancora con la freddezza della moglie di leonida che dice “ spartano, torna col tuo scudo o su di esso”.

Conclusione ( sì, adesso arriva la parte mielosa e seria):

Sempre con la coda dell’occhio ho avuto l’impressione che ci fosse rimasta male, non che la cosa mi renda felice, anzi ogni volta che la vedo sorridere felice capisco quanto vale vivere certe giornate! ma è anche vero che non posso farci niente se ogni volta che la vedo mi sento perso, se ogni volta che mi parla devo mettere le mani in tasca per non far vedere che mi tremano; di fatto a ragion veduta, uno stronzo che la ignora, poco le cambia le giornata.. ma io ( e se sono egoista purtroppo è colpa della mia natura di sapiens sapiens) devo fuggire da questa cosa, o rischio seriamente di divenire una statua di medusa e questo è il motivo principale, il secondo motivo è che se continuo ad illudermi ( perchè si trova bene con me quando siamo amici, me l’ha detto lei stessa) prima o poi io mi arrabbio dei suoi no e allora mi tocca mandarla a fare in culo e dire altre cattiverie, dettate solo dalla frustrazione. E se per evitare tutto ciò io devo odiarla, se ogni volta che vorrebbe parlare con l’amico che non posso essere io devo essere cinico è solo per due ragioni: a) sono fottutamente ancora innamorato di lei b) lei non ne vuole sapere. Non mi piace usare gli aforismi da bimbominkia tipo quelli “io sono buono e e perdono pur non dimenticando” ( che poi di solito li postano proprio le persone più vuote e cretine della mia pagina di facebook -.-), ma a volte capisco perchè qualcuno è stronzo di scorza, non perchè sia più facile( perchè sia charo, io glie l’ho detto che non volevo più vederla ne sentirla perchè ero rimasto scottato, ed è stato un incubo affrontare quella conversazione) ma perchè cosi si salva il più possibile con il minimo danno. e ancora una volta devo dire, se lei in questo esatto istante mi chiamasse per raggiungerla a fanculonia in provincia di dovecazzonesò, io partirei subito, perchè sia chiaro: se sapessi che potrei renderla felice con la mia presenza, per lei ruberei l’ossigeno della terra,  però ora come ora non posso essere il suo amico gay, perchè morirei dentro.